Teotihuacan

A circa 50 chilometri a nord di Città del Messico, si trovano le vestigia di una delle più importanti città sacre dell’antica Mesoamerica: Teotihuacan, una potente città che ha esteso la sua influenza culturale, religiosa e commerciale ben oltre i suoi confini. Si ritiene che i primi coloni iniziarono a costruirla intorno al 200 a.C., occupando una pianura circondata da montagne e vulcani inattivi nella parte settentrionale del messico.

I secoli successivi furono di continua crescita tra i 250 e i 650, raggiunsero la massima fioritura e la sua architettura. Acquisì proporzioni monumentali le esplorazioni archeologiche permisero di osservare che la città era divisa in quattro quadranti orientati verso i quattro punti cardinali. Si ritiene che ci fossero più di 2.000 complessi residenziali dove risiedeva la maggior parte della popolazione. L’asse principale del tracciato urbano è un’ampia strada conosciuta come Calzada de los Muertos (Strada dei Morti), lunga quasi 4 chilometri. Una delle sue estremità conduce allo spazio noto come la cittadella, una grande piattaforma, alla quale si accede da una scalinata, forse c’era la sede dell’élite regnante.

Playa del Carmen

Da un lato di questo recinto si trovano i resti del tempio di quetzalcóatl, il serpente piumato. La rappresentazione di questo Dio eroe è una testa di serpente che emerge di una specie di fiore di 11 petali, l’altra estremità della strada dei morti porta alla piazza che precede la piramide della luna questa piramide misura 44 metri di altezza e sembra più alta perché è stata costruita su un terreno sopraelevato.

Chiapas

 

Attraverso le esplorazioni sono stati localizzati all’interno di sei edifici sovrapposti come era comune in Mesoamerica, sono state trovate anche sepolture e offerte associate ai rituali di sacrificio umano la piramide del sole è l’edificio più eminente di Teotihuacan è diventato uno degli emblemi del Messico antico per il mondo. Sembra che abbia iniziato ad essere costruita intorno all’anno 100 della nostra era ed è infatti una delle più grandi piramidi del Messico-Preispanico, ha circa 215 metri per lato e raggiunge i 64 metri di altezza, milioni di pietre sono state utilizzate nella sua costruzione che secondo la leggenda è iniziata con l’apertura di una grotta naturale. Oggi non è più possibile apprezzare la coloritura che ricopriva tutta la grande città, ma splendidi esempi di pittura morale rimangono in molti importanti edifici e nei quartieri residenziali di tepantitla e atetelco tra il 650 e il 700 d.C. Per motivi che non sono stati in grado di stabilire la città in modo sicuro, la città è decaduta ed è stata abbandonata.

Porto Vallarta

Il nome Teotihuacan le è stato dato molto tempo dopo il suo declino nella lingua Nahuatl e significa luogo dove gli uomini diventano divinità la zona archeologica di Teotihuacan un luogo dove si vive la storia.