Cayos de Villa Clara

Una giovane coppia si aggira furtivamente con uno zio geloso della ragazza. Per soddisfare la loro storia d’amore scelgono una chiave perduta nel mare a nord di Cuba. Non hanno mai osato cercarli sull’isola perché ogni notte streghe e fantasmi uscivano a vegliare sul sonno dei loro amanti.

Cayo Las Brujas prende il nome da questa bella leggenda. È una delle tre piccole isole, insieme a Santa Maria e Ensenachos, che costituisce il paradiso turistico con più futuro a Cuba. Si trovano a nord della provincia di Villa Clara, a 30 chilometri di terreno solido, e appartengono a un gruppo insulare conosciuto come Cayos de la Herradura.

Maria La Gorda

Le chiavi sono collegate alla terraferma da un’autostrada sul mare lunga quasi 50 chilometri. Quest’opera è stata insignita del Premio Puente de Alcántara per la migliore opera civile ibero-americana. I suoi 46 ponti mantengono il flusso d’acqua da un lato all’altro della Baia di Buenavista, il che assicura che l’ecosistema non venga danneggiato. Confinano anche a nord con la seconda barriera corallina più grande del mondo e da lì si può accedere a più di 500 isolotti situati nello stesso gruppo.

Bayamo

 

Cayo Santa Maria

I suoi 13 chilometri di lunghezza e 2 chilometri di larghezza ne fanno il più grande degli isolotti (18 km2). Si chiama la Rosa Bianca dei Giardini del Re. Le sue spiagge si estendono per 11 chilometri, dove la barriera corallina ha ridotto al minimo le onde e le mareggiate. Tra i più famosi ci sono Perla Blanca, Las Caletas, Cañón e Cuatro Punta.

 

Cayo Las Brujas

Ha una superficie totale di 6,7 km2, con 4 km di lunghezza e 1,9 km di larghezza. È possibile osservare colonie di uccelli, compresi i fenicotteri. Le iguane e i granchi corrono sulla terra. L’intricata rete di canali che la attraversa permette di pescare in barca. Le specie marine più abbondanti sono: dentici, code gialle, cubere, aguajíes, dorados, róbalos e sábalos.

Cienfuegos

Da quest’isolotto si organizzano visite guidate al resto dei cayuelos di La Herradura e si visita il battello San Pascual, vicino a Cayo Francés. Ha anche un centro internazionale di immersioni e la Marina Gaviota Las Brujas.

A Villa Las Brujas, 24 bungalow a 3 stelle si classificano come uno dei migliori posti in tutta la cayería per condividere una vita naturale. Alcuni dicono che il ristorante Farallón Las Brujas prepara uno squisito pasto cubano e deliziosi cocktail.

Cuba

Cayo Ensenachos

Molto tempo fa era un insediamento aborigeno. Il suo 1,7 km di estensione, il più piccolo, serve come rifugio per 22 specie endemiche di fauna e 29 di flora. Le sue grotte sono un tesoro storico che conserva testimonianze della presenza umana nell’isolotto. Due delle sue spiagge si distinguono per la loro qualità: Ensenachos e El Mégano.