The Platform su Prime Video: una serie di fantascienza ambiziosa ma confusa | Recensione completa

Controllare i dipendenti della piattaforma petrolifera Kinloch Bravo nel Mare del Nord è un compito che il regista Magnus trova estremamente arduo. Vedendosi rispondere con frustrazione e rabbia quando comunica loro un rinvio forzato del ritorno a terra, la sfida di esercitare autorità su un gruppo isolato per mesi diventa ancora più evidente.

In questa serie “The Platform” ideata da David Macpherson, si dipana la storia di un gruppo di lavoratori petroliferi principalmente maschile, ma con l’eccezione di Rose, una supervisore coraggiosa che s’innamora del capo delle comunicazioni. Oltre ai protagonisti principali, come Hutton, sempre pronto a contestare le decisioni di Magnus, e Baz, personaggio chiave nei sei episodi, la stazione ospita un variopinto gruppo di operai, infermiere e assistenti.

Only Murders in the Building” 3: Meryl Streep e Paul Rudd riescono a brillare nonostante una trama contorta | RECENSIONE

Un ostacolo insormontabile si presenta quando la piattaforma perde improvvisamente ogni contatto con la terra, dando il via a movimenti sospetti e pericolosi. Mentre la tensione cresce e Baz viene coinvolto in un incidente misterioso, emerge un’inquietante evoluzione del personaggio che sottolinea il lato fantascientifico della narrazione.

Con il susseguirsi degli eventi, il mistero dell’oceano in cui è situata la piattaforma diventa sempre più oscuro, e la comparsa di una nave con un inquietante equipaggio aggiunge un’ulteriore dimensione di pericolo. Il piano del malvagio Coake per distruggere l’entità misteriosa scatena un confronto epico tra i personaggi, mettendo alla prova le loro alleanze e le loro convinzioni.

"Dune 2 si occupa di un problema originale del libro, afferma Denis Villeneuve: 'Frank Herbert ne era deluso'"

Nonostante possibili eccessi drammatici e aspetti tecnici migliorabili, “The Platform” si distingue per il suo cast coinvolgente, con Emily Hampshire che regala una performance impressionante e Mark Addy nel ruolo del cattivo provocante. Tra pressioni ambientali, tensioni personali e il confronto con una minaccia sovrannaturale, la serie esplora a fondo la resilienza e le debolezze umane in un contesto estremo.

Destino svelato: la spiegazione pensierosa del destino di Indiana Jones da parte della star della saga dopo aver girato la ruota del destino