Stranger Things 4″: 6 film che hanno ispirato la nuova stagione della serie Netflix

Ogni grande opera ha dietro di sé una grande ispirazione. Nel caso di Stranger Things questo è ancora più evidente. L’ultima stagione della serie ci ha lasciato a bocca aperta, con segreti e significati nascosti dietro a dettagli che si potrebbero considerare superficiali. Ora il cast della produzione si è riunito e, nel corso di una conferenza stampa, ha comunicato quali sono stati i grandi film che sono serviti da ispirazione per l’inquietante Stranger Things 4.

Il risultato è un compendio di produzioni realizzate tra gli anni Settanta e gli anni Duemila. Sebbene si tratti soprattutto di film horror o di fantascienza, ci sono anche alcune eccezioni; i fratelli Duffer si sono ispirati a film messicani e a classici del cinema d’azione e d’avventura.

Naturalmente, è probabile che in questo elenco troverete alcuni spoiler indesiderati. Quindi, assicuratevi di aver finito la stagione prima di rimproverarci per aver eliminato una parte della serie – non dite che non vi abbiamo avvertito!

Stranger Things 4: L’ispirazione per l’horror

Nightmare – Dal profondo della notte

L’horror è uno degli elementi essenziali che compongono questa stagione di Stranger Things. In effetti, è probabilmente il più spaventoso di tutti, prendendo elementi direttamente da grandi franchise come Nightmare on Elm Street.

L'ex fidanzato di Adamari López sorprende per la sua trasformazione fisica: "Lei è dimagrita e lui ha messo su muscoli"

Non bisogna guardare lontano per capire dove Stranger Things si ispira a Nightmare on Elm Street. Vecna, il cattivo della nuova stagione, ha un metodo di attacco molto curioso. Come il nostro amato Freddy Krueger, Vecna porta le sue vittime in un universo da incubo, dove ha il controllo di tutto ciò che accade e dove il modo in cui uccide finisce per rispecchiarsi nel mondo reale.

Ma non finisce qui: sapevate che l’attore originale di Freddy Krueger ha un ruolo in Stranger Things 4? Esatto, si tratta di Robert Englund, che interpreta Victor Creel nella serie Netflix. Creel è un uomo consumato dai terrori del suo passato e dall’omicidio della sua famiglia negli anni Cinquanta.

Carrie

Anche il classico della fantascienza, dell’horror e della suspense di Stephen King non era da meno. In effetti, il personaggio di Carrie è stato di grande ispirazione per la nascita di Once. I fratelli Duffer hanno persino commentato questo aspetto durante un’intervista rilasciata ai media di Wired nel 2019.

Guida dell'anello di Elden: posizioni dei sotterranei dell'altopiano di Altus

“Naturalmente, c’è una liceale con questi incredibili poteri e queste incredibili abilità, e abbiamo sempre pensato a come King affronta questo aspetto quando abbiamo parlato di Undici. L’idea che abbia queste incredibili capacità, ma è davvero pericolosa?”.

La storia di Carrie è piuttosto tragica, sia nella produzione cinematografica che nel libro originale. Nella quarta stagione di Stranger Things possiamo vedere un parallelo tra le storie di Eleven e Carrie: entrambe sono personaggi adolescenti con poteri incredibili che soffrono di bullismo.

Fear Street: 1978

Questa scelta è un po’ diversa. Anche se i fratelli Duffer non hanno preso in considerazione questo film durante la preparazione di Stranger Things, Fear Street: 1978 ha visto la partecipazione di Sadie Sink, che nella serie di Netflix interpreta Max.

Per questo motivo, Sink commenta che questa produzione l’ha aiutata a entrare nel giusto spazio mentale per questa nuova stagione. Ricordiamo che, in Stranger Things 4, Max diventa uno dei bersagli di Vecna, facendole vivere molte situazioni dolorose e terrificanti (sia mentalmente che fisicamente).

Ha un aspetto molto diverso: queste sono le foto di Vin Diesel che lascia perplessi i suoi fan

Stranger Things 4: L’ispirazione fantascientifica

Star Wars: L’Impero colpisce ancora

È chiaro che, accanto all’horror, la fantascienza è probabilmente uno degli elementi più importanti di Stranger Things. Durante la produzione della terza stagione della serie, abbiamo iniziato a vedere un cambiamento nel tono della serie. Stranger Things ha iniziato ad allontanarsi dal suo tono giovanile per passare a uno molto più cupo e maturo.

Durante la produzione della terza e quarta stagione, i fratelli Duffer hanno commentato che L’impero colpisce ancora è diventato uno dei loro più grandi riferimenti. Durante un’intervista con IGN, Matt Duffer ha commentato: “Parliamo molto di L’Impero colpisce ancora, che forse non è più attuale, ma per molto tempo è stato il film più cupo di Star Wars”.

Stranger Things 4: Una dose di avventura e azione

Indiana Jones

Se avete visto Stranger Things 4, saprete che i personaggi di Joyce e Murray vivono avventure piuttosto interessanti. In effetti, già prima dell’inizio della stagione, Brett Gelman, che dà vita a Murray, aveva dichiarato a Polygon che questa stagione avrebbe avuto molte atmosfere alla Indiana Jones.

Recensione La città perduta (2022).

“Molte cose mi sembrano molto simili a Indiana Jones. Il modo in cui si bilancia costantemente la tensione dell’avventura con l’umorismo”, ha commentato l’attore quando gli è stato chiesto come si svilupperà il suo personaggio in questa stagione.

Amores Perros

Sì, sembra che i fratelli Duffer abbiano tenuto conto anche del film di Iñarritu durante la sua produzione. In effetti, è probabilmente il riferimento più esplicito, dato che Stranger Things ha guardato ad Amores Perros per una parte specifica della stagione.

C’è una scena in macchina (nell’episodio 5) in cui siamo tutti insieme ed è molto tesa. E i fratelli Duffer volevano davvero che vedessi questo film di Iñárritu. C’è una scena molto simile a quella di Harmon nel retro del camion. È molto caotico e c’è del sangue, e a quanto pare si sono ispirati molto al film.