Senza occhiali e con i capelli più lunghi: ecco come appare “Il professore” di “La Casa di Carta”

Il primo volume dell’ultima stagione de “La Casa di Carta” è ora disponibile su Netflix. Tuttavia, per alcuni artisti questa avventura è finita molto tempo fa e stanno già lavorando ad altre produzioni, come il caso dell’attore Ávaro Morte, “Il Professore”, che sembra irriconoscibile nel suo nuovo ruolo.


Morte ha una lunga carriera in televisione e teatro, ma è stato il suo ruolo nella famosa serie che lo ha portato al riconoscimento internazionale e lo ha catapultato alla fama mondiale come star dello spettacolo.

La prima foto dei protagonisti di "Pasión de Gavilanes 2" sul set: ecco come appaiono ora Mario Cimarro e Danna García

Nel suo nuovo ruolo per la serie RTVE e Amazon Prime Video “Sin Límites”, l’interprete 46enne interpreta Juan Sebastián Elcano, l’unico spagnolo presente nell’equipaggio “El Magallanes”, nel primo round al mondo in barca.

Ecco come appare ora “Il Professore” di “La Casa di Carta”

In una delle ultime immagini pubblicate sul suo account Instagram, dove ha più di 11 milioni di follower, “Il Professore” compare con un promo de “La Casa di Carta“, in cui lo si vede senza i suoi caratteristici occhiali, il Longer e barba più folta, così come capelli più folti e ondulati, pettinati all’indietro.

Ricordato da "Laura in America": Interpol in allerta rossa per ritrovare e arrestare Laura Bozzo


In un’altra foto condivisa dal profilo Netflix, appare vestito con giacca e pantaloni in un tono blu molto scuro. Nell’istantanea, è con i compagni di cast che hanno dato vita a Tokio e Sierra Montes, rispettivamente le attrici Úrsula Corberó e Najwa Nimri.


In altre pubblicazioni del luglio di quest’anno, l’artista europeo mostra più dettagli del suo personaggio con capelli e barba ancora più lunghi e un aspetto spettinato, con l’aspetto di un “naufrago”.

Il protagonista di "The Nanny" riappare 30 anni dopo la sua prima: ecco come appare Fran Drescher a 64 anni


L’attore ha detto a Vanity Fair che il suo nuovo lavoro lo ha portato in vari paesi, qualcosa di familiare durante le promozioni di “La Casa di Carta”. “Siamo stati in molti posti, sì. E ci hanno distribuito tra Italia, Francia, Inghilterra, Colombia o Argentina, Paesi che hanno dimostrato grande lealtà”.

Il finale di "Pam & Tommy", il destino di Rand e l'accordo di Seth Warshavsky, spiegati