Saint Seiya, l’inizio”: Le mie critiche al film “Live Action” de “I Cavalieri dello Zodiaco

Recensione di “Saint Seiya: The Beginning”

Se sei un fan appassionato di “I Cavalieri dello Zodiaco”, probabilmente ti sarai fatto un’idea su “Saint Seiya: The Beginning”. Personalmente, mi sono divertito guardando il film, ma devo dire che c’è molto da discutere a riguardo. Ci sono alti e bassi che devono essere esplorati con attenzione, proprio come le varie personalità all’interno del film.

Una delle prime cose che mi ha colpito è stata la scelta di Famke Janssen come antagonista. Non che sia una cattiva attrice, ma la sua interpretazione mi ha lasciato un po’ dubbioso. La vedo più come Fenice della saga di “X-Men” e le mancava quell’espressione che mi aspettavo. I Cavalieri Neri e i soldati Guraad sembravano quasi troppo meccanici e privi di emozioni, forse a causa degli elmetti che indossavano durante i combattimenti.

"La Sirenetta": Dovresti guardare il nuovo 'live action'? Scopri la nostra recensione dettagliata!

Ikki, pur avendo un ruolo importante, sembrava un po’ troppo passivo per i miei gusti. Avrei preferito vederlo più coinvolto e attivo, soprattutto durante le scene d’azione. Inoltre, il cambio dell’armatura senza una spiegazione precisa mi ha lasciato perplesso. Passare dalla prima alla seconda versione senza una logica ben definita ha creato un po’ di confusione nel mio appassionato cuore di fan.

SAG Awards 2024: Scopri tutti i vincitori della notte!

Un altro punto che vorrei sottolineare è la mancanza di enfasi sull’armatura dorata, un elemento fondamentale nell’universo di “Saint Seiya”. Nel film, sembra quasi trascurata e dimenticata, tranne che per Ikki che la prende quasi alla leggera. E che dire di Amlan Kiddo, interpretato da Sean Bean, che alla fine decide di sganciare una bomba senza preoccuparsi delle conseguenze? Una scelta contraddittoria che ha lasciato un’ombra di perplessità.

"Queen Charlotte: A Bridgerton Story": La nostra recensione completa della serie più popolare su Netflix

In ogni caso, invito tutti gli appassionati a vedere il film e a formarsi un’opinione personale. Ognuno di noi ha gusti e preferenze diverse, ed è importante rispettare le opinioni altrui. E, da vero fan di “Saint Seiya”, lancio un appello alla pace nel fandom. Le divisioni e gli attacchi non fanno bene a nessuno; dobbiamo mantenere il rispetto reciproco e dare il buon esempio, specialmente per coloro che si avvicinano per la prima volta a questa affascinante saga.

L'attore di "Betty, la fea" ha raccontato la sua lotta contro Covid: ha perso peso e non riusciva a dormire