Questa è stata la trasformazione di Ana María Orozco per diventare “Betty, la fea”

Yo soy Betty, la fea” era una telenovela colombiana pubblicata nel 1999 che ruppe vari stereotipi, perché invece di mettere modelle e attrici “perfette” nei ruoli principali, davano risalto a una donna “non molto carina”, ma con un intelligenza e umorismo senza pari.

Per realizzare questo personaggio unico, l’attrice Ana María Orozco ha dovuto sottoporsi a un’ora di preparazione per diventare Beatriz Pinzón Solano. Dal trucco all’acconciatura, all’abbigliamento e alla caratterizzazione del personaggio, ogni dettaglio doveva essere curato prima che suonasse il ciak “d’azione”.

Per un anno e sette mesi, l’attrice ha dovuto eseguire questa procedura per trasformarsi nel personaggio, che si è innamorato di migliaia di persone in tutto il mondo.

È stato attraverso un post su Instagram che un’immagine con i sei passaggi di questo processo è diventata virale.

  • Applicare il fondotinta sul viso per ottenere un pallore assoluto.
  • Truccare le sopracciglia con molti capelli per unirle al centro della fronte.
  • Disegna i baffi.
  • L’acconciatura ha svolto un ruolo importante: coda media presa.
  • Crea una frangia lunga che fosse verso l’interno, con lacca per capelli e gel.
  • Posiziona le staffe.

Sebbene il processo sia stato in gran parte svolto dagli stilisti e dai truccatori, l’attrice ha anche collaborato molto per ottenere una finitura più “credibile” e non così esagerata.

Questa telenovelacolombiana ha ottenuto un grande successo, essendo stata trasmessa in più di 180 paesi, doppiata in 25 lingue, con più di 20 adattamenti e un record da Guinness nel 2010 per il suo indiscutibile successo. Senza dubbio, una delle storie più divertenti che è ancora valida nelle nuove generazioni.

Il giorno in cui Betty ha perso il suo apparecchio

Secondo RCN, il canale che ha prodotto e trasmesso il romanzo per la prima volta, sono numerosi gli aneddoti rimasti dopo le riprese. Tant’è che molti di loro sono passati inosservati a causa delle lunghe ore di lavoro.

Uno dei tanti eventi che hanno causato la disperazione di Ana María Orozco, ma anche molte risate tra il cast, è stato quando l’attrice ha perso il suo apparecchio, molto caratteristico del personaggio, ha riferito il quotidiano El Comercio.

“Stavamo pranzando e lei si è tolta l’apparecchio e li ha avvolti nei tovaglioli. Le ragazze del gabinetto della mensa hanno buttato via tutto e quando siamo andati a registrare, l’apparecchio non si trovava da nessuna parte”, ha detto la truccatrice di “Betty, il brutto “, Rocío López.

Nell’istante in cui si sono resi conto di quello che era successo, una parte del team di truccatori è corsa alla mensa e li ha trovati tra i resti che erano stati scartati.

“Li hanno portati fuori di lì e le ragazze qui dalla mensa li hanno messi nell’acqua calda. Dato che le parentesi graffe sono di plastica, quando Ana María stava per indossarle, non le entravano in bocca, ha detto López.

Tuttavia, nonostante il momento di tensione, la truccatrice ha risolto il “piccolo” disastro con la stessa acqua calda e hanno potuto continuare con le registrazioni, evitando grossi problemi con la produzione.

"Dudley Dursley": questo è l'aspetto del cugino di Harry Potter 11 anni dopo