L’ex dipendente di Luis Miguel svela i dettagli su com’è lavorare con l’artista: “Nessuno potrebbe vederlo”

Un ex dipendente di Luis Miguel ha rivelato nuovi dettagli sugli hobby e sui costumi del cantante messicano , che dimostrano quanto sia attento ed esigente l’artista con la sua vita personale.

La testimonianza dell’influencer e comunicologa  Ana Villarín  è diventata una tendenza nei social network a causa dell’alto livello di pressione che le è stato richiesto quando ha deciso di lavorare con lui, in una serie di concerti che ha tenuto in Messico nel 2019.

"Un viaggio mozzafiato nel mondo giurassico: il ritorno del Pitch Meeting di Jurassic World"

Questa non sarebbe la prima accusa contro il “Sol de México”. Nell’ottobre dello scorso anno, l’interprete è stato coinvolto in una causa milionaria da parte di uno dei suoi ex dipendenti della sua famosa villa di Acapulco.


Ha definito l’esperienza “orribile”.

In un’intervista pubblicata sul canale YouTube “Creadores & Chill”, Villarín ha descritto l’esperienza di aver lavorato con l’ex marito di Aracely Arámbula come orribile .

"Il violento e vigilante, ecco cos'è Batman": Rorschach di Watchmen era specificamente concepito per criticare Batman.

“Il mio primo lavoro nei concerti è stato con lui, immagina. Ho iniziato a lavorare con un’altra compagnia collegata alla compagnia di concerti e, come parte di un test, mi hanno detto che in questo momento siamo con Luis Miguel nella sua residenza che ha fatto all’Auditorium Nazionale”, ha detto.

Ha assicurato di essere sempre stato sotto pressione per le pretese e le pretese di “Luismi”, anche più di quelle che sentiva con altre celebrità famose.

"È orribile vederli soffrire": Angelina Jolie visita l'ospedale che accoglie i bambini ucraini in fuga dalla guerra

“Non è un artista facile. Quando è arrivato, oltre ad essere molto in ritardo, è per questo che i concerti iniziavano sempre in ritardo, nessuno poteva vederlo. Non capivo, era orribile. Tutto si è fermato, hanno fermato il lavoro di tutti e noi doveva guardare il muro “, ha detto l’ex dipendente.

accordo confidenziale

La giovane ha anche assicurato di aver dovuto firmare un accordo di riservatezza per poter lavorare con Luis Miguel , cosa che non è mai accaduta con altri cantanti.

Le 10 modi più imbarazzanti di morire in Baldur's Gate 3

“Era il mio primo lavoro e non sapevo che non fosse giusto . È stato più tardi che mi sono reso conto che nessuno ti chiedeva di farlo”, ha ammesso. Ha assicurato che se avesse dato una sorta di valutazione all’esperienza, le avrebbe dato “zero o meno di zero, numeri negativi”.