‘Il prossimo film di Star Wars riscriverà completamente la fine di Il Ritorno dello Jedi’

Il prossimo film di Star Wars, The Mandalorian & Grogu, cambierà completamente il modo in cui vedi la fine di Il ritorno dello Jedi.Da quando è uscito Star Wars: The Rise of Skywalker nel 2019, Star Wars non è tornato al cinema, ma sembra che ciò stia per cambiare.

Nel corso dell’ultimo anno, Lucasfilm ha annunciato diversi prossimi film di Star Wars, con The Mandalorian & Grogu di Jon Favreau che aprirà le danze.

Al momento sono stati rivelati pochi dettagli su The Mandalorian & Grogu.

Tuttavia, la fine della terza stagione di The Mandalorian sembrava lasciare intendere chiaramente che Pedro Pascal nel ruolo di Din Djarin avrebbe avuto un nuovo incarico presso la Nuova Repubblica, cacciando i lealisti imperiali.

Café con Aroma de Mujer: critiche alla nuova versione del successo colombiano

La presenza dell’Impero rimanente ha enormi implicazioni per la fine di Il ritorno dello Jedi, riscrivendola sottilmente.

Il ritorno dello Jedi terminava con celebrazioni in tutta la galassia, come se la morte dell’Imperatore portasse immediatamente alla caduta dell’Impero.

Ma gli imperi non cessano di esistere semplicemente perché il loro leader muore; trovano nuovi leader, e l’Impero di Star Wars non fa eccezione.

Star Wars ha già confermato che la Guerra Civile Galattica è continuata ancora per un altro anno, terminando alla Battaglia di Jakku, ma la terza stagione di The Mandalorian – ambientata quattro anni dopo – dimostra che l’Impero era ancora attivo anche dopo questo evento.

Dune 2: la premiera slitta al 2024 - ecco cosa sappiamo finora

La terza stagione di The Mandalorian ha introdotto un Consiglio Imperiale nell’ombra, che coordinava segretamente i resti imperiali in tutta la galassia e che lavorava persino in segreto con i pirati.

Ahsoka ha ora riportato in scena il Grand Ammiraglio Thrawn, il più brillante tattico dell’Impero, per guidare queste forze imperiali.

Tutto ciò è un preludio a un rinascimento dell’Impero, apparentemente senza coinvolgere Palpatine.

Anche se l’Imperatore sarebbe poi tornato, responsabile del Primo Ordine, in questo caso si tratta di leader imperiali che operano apparentemente senza la sua autorità.

Squid Game: la storia dietro la macabra bambola gigante

Le celebrazioni de Il ritorno dello Jedi sembrano ora molto premature.

Ciò non era necessariamente vero nemmeno dopo la rivelazione che l’Impero non è caduto fino dopo la Battaglia di Jakku, perché in precedenza la morte dell’Imperatore sembrava segnare l’inizio della fine.

Questo non è più il caso; un Impero rimasto attivo per anni dopo, che probabilmente ha conosciuto un rinascimento sotto il Grand Ammiraglio Thrawn.

La conclusione de Il ritorno dello Jedi sembra ora intrisa di speranze vane.

La fine de Il ritorno dello Jedi è stata trasformata da un momento di vittoria in un microcosmo di uno dei più grandi difetti della Nuova Repubblica.

Questa è la nuova stagione di Factor X Colombia: lo spettacolo che ha fatto conoscere Camilo e Karol G.

Come mostra Ahsoka e The Mandalorian, la Nuova Repubblica voleva seppellire la testa sotto la sabbia quando si trattava della minaccia imperiale in corso.

La gente non voleva un’altra guerra.

Voleva ignorare il problema nella speranza che sparisse.

Di conseguenza, l’Impero è stato in grado di continuare ad agire segretamente, diventando infine il Primo Ordine.

Questi problemi sicuramente emergeranno in The Mandalorian & Grogu, mettendo in luce la vera situazione della galassia dopo Il ritorno dello Jedi.

Tutti i film e gli spettacoli di Star Wars sono disponibili in streaming su Disney+.