“Gli imperdibili videogiochi creati dal genio dietro “Dragon Ball”: l’eredità di Akira Toriyama”

Nel vasto continente latinoamericano, il compianto mangaka Akira Toriyama era conosciuto principalmente come il geniale creatore della celebre serie manga “Dragon Ball“, ma anche come il talentuoso designer di personaggi per i videogiochi, una professione ancora poco nota al grande pubblico giapponese.

Il talento di Toriyama nel mondo dei videogiochi si manifestò per la prima volta nel lontano 1986, quando realizzò alcuni personaggi esclusivi per il gioco “Dragon Ball: Shenron no Nazo“. Nel corso degli anni, ha continuato a collaborare con il settore, disegnando un boss per “Famicom Jump II: Saikyō no Shichinin” nel 1991, dedicato ai protagonisti della famosa rivista Shonen Jump.

'Schitt's Creek: Età di David e Alexis all'inizio e alla fine - Una storia di crescita e trasformazione'

Ma il vero successo nel campo videoludico per Toriyama è arrivato con la serie “Dragon Quest“, che ha iniziato nel 1986 e continua a influenzare il genere JRPG a livello globale. Toriyama ha disegnato i personaggi per tutti e 11 i capitoli di questa epica saga, diventando uno dei principali artefici di questo mondo fantastico.

Scopri il fuoco interiore: l'incredibile performance di Úrsula Corberó nella serie adrenalinica

Oltre a “Dragon Quest“, Toriyama ha lasciato il segno anche in altri giochi iconici, come “Chrono Trigger” del 1995, considerato un classico per la Super Nintendo, e i titoli di combattimento “Tobal No. 1” e “Tobal 2“, con una straordinaria varietà di personaggi, ben 200.

Ma il suo lavoro non si fermava qui. Toriyama ha contribuito anche a titoli come “Blue Dragon” e “Blue Dragon: Awakened Shadow“, prestando addirittura la sua voce a un personaggio chiamato Toripo. Inoltre, ha continuato a esprimere il suo talento per “Dragon Ball” disegnando personaggi per giochi come “Dragon Ball Fighter Z” e “Dragon Ball Legends“, mantenendo sempre riconoscibile il suo stile unico.

"Sognante e irrequieta": questa era Halyna Hutchins, la donna che è stata uccisa accidentalmente dall'attore Alec Baldwin

La prematura scomparsa di Akira Toriyama il 1° marzo ha lasciato un vuoto nel mondo dell’arte e dell’intrattenimento. Il geniale artista giapponese è stato sepolto in privacy, con un funerale riservato alla famiglia e a pochi intimi, secondo il suo volere. La sua eredità artistica e creativa continuerà a vivere nei cuori dei fan di tutto il mondo, come un tributo al talento straordinario di un maestro indimenticabile.

Le splendide ispirazioni anni '80 di Stranger Things