Ed Sheeran: il viaggio interiore di un artista che lotta per preservare la sua autenticità musicale | RECENSIONE

Un giorno, la moglie di Ed Sheeran gli fece notare che rimuovere Lyra, la loro figlia, dalla culla era una cattiva abitudine che avrebbe compromesso il sonno della bambina. Questo pensiero si radicò nella mente del cantante britannico e durante una sessione con il produttore e artista Fred Again, insieme al suo amico e co-autore principale Johnny McDaid, nacque la frase che avrebbe dato vita alla canzone “Bad Habits”, in cui Sheeran esplora il tema delle cattive abitudini e dei loro effetti sul sonno notturno. Il processo di creazione della canzone, come descritto nella sua serie di documentari Disney+, “Ed Sheeran: The Sum of It All”, mostra la profondità delle sue ispirazioni e la sua abilità nel trasformarle in musica in soli 30 minuti.

La prima foto del volto della figlia di Gianluca Vacchi e Sharon Fonseca: questo è Blu Jerusalema

Il documentario, diretto da David Soutar e con la partecipazione di vari artisti, tra cui il rapper britannico Stormzy, racconta i momenti più significativi della vita di Ed Sheeran, suddivisi in quattro capitoli: Amore, Perdita, Concentrazione, e Superamento. La serie funge da catarsi per il cantante, affrontando anche le accuse di plagio che ha dovuto affrontare nel corso della sua carriera, inclusa quella relativa alla canzone “Shape Of You”. Attraverso una telecamera che lo segue nei momenti più personali e dolorosi, come la diagnosi di cancro della moglie e la morte del suo migliore amico, Jamal Edwards, Sheeran si apre al pubblico mostrando un lato più intimo e vulnerabile.

Chiedono di censurare il classico film Grease per la promozione degli anti-valori: tutto 43 anni dopo la sua prima

“Ed Sheeran: la somma di tutto” si addentra negli spazi più profondi della personalità di Sheeran, mettendo in evidenza sia le sue emozioni più genuine che le maschere di felicità che indossa dietro le quinte. La serie offre uno sguardo ravvicinato sulla vita del cantante e della moglie, Cherry Seaborn, mostrando come affrontano insieme le sfide e le tragedie che la vita porta loro. Tra le lacrime e i momenti di allegria forzata, emerge la forza del legame che li unisce fin dai tempi della scuola e la voglia di proteggere la propria immagine pubblica pur condividendo le proprie battaglie più intime.

I suoi fan ce l'hanno fatta!: Tomiii 11 supera i 10 milioni di iscritti su YouTube

Oltre a raccontare storie d’amore e momenti tragici, il documentario evidenzia anche il successo musicale di Ed Sheeran e le sue collaborazioni con artisti di fama mondiale come Beyoncé, Taylor Swift e Pharrell Williams. La serie si concentra sull’accumulo di eventi dolorosi che hanno segnato la vita del cantante e su come la sua musica sia stata influenzata da queste esperienze. Attraverso la telecamera, si catturano i momenti di vulnerabilità e di forza di Sheeran, offrendo uno sguardo sincero e toccante sulla sua vita e la sua carriera musicale.

"The After": Il commovente cortometraggio sulla perdita delle persone più care che punta all'Oscar!

La serie si conclude con un toccante omaggio a Jamal Edwards e un grido di aiuto per la salute mentale di Sheeran, esplorando temi profondi come la vita, la morte e il significato del successo. Il prossimo album del cantante, in uscita il 5 maggio, si preannuncia come un progetto importante che racchiude tutte le esperienze e le emozioni vissute da Sheeran fino ad ora, offrendo un’immersione nella sua anima attraverso la musica e le parole. Con la speranza che possa essere uno dei migliori album della sua carriera, Sheeran continua il suo viaggio artistico con determinazione e passione.