Destino svelato: la spiegazione pensierosa del destino di Indiana Jones da parte della star della saga dopo aver girato la ruota del destino

John Rhys-Davies, protagonista di Indiana Jones, offre una riflessione ponderata sul possibile destino del suo personaggio dopo gli eventi di Dial of Destiny.

La riflessione di Rhys-Davies su Sallah

Durante una recente intervista a MegaCon 2024 ospitata da Collider, Rhys-Davies ha spiegato dove crede che Sallah sia finito dopo la sua ultima apparizione cinematografica.Confrontando il suo personaggio con il vero archeologo siriano Khaled al-Asaad, che ha dato la sua vita per proteggere i reperti antichi della città di Palmira, Rhys-Davies crede che Sallah possa essere diventato un uomo simile.

Le aspettative degli appassionati

Nonostante sia apparso solo in due dei quattro film di Indiana Jones prima di Dial of Destiny, le aspettative erano alte quando è stato annunciato che Rhys-Davies avrebbe ripreso il suo ruolo per l’ultima avventura della serie.

La leggendaria principessa guerriera Xena: l'impressionante cambiamento dell'attrice Lucy Lawless a 53

Molti fan speravano che Dial of Destiny avrebbe fornito sia a Ford che a Rhys-Davies un addio degno dei loro personaggi, considerati fondamentali nei due migliori film di Indiana Jones.

La delusione dei fan

Tuttavia, sebbene molti considerino Dial of Destiny un miglioramento rispetto a Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo del 2008, altri si lamentano della decisione di mettere in secondo piano Sallah a favore dell’attenzione narrativa su Helena Shaw, interpretata da Phoebe Waller-Bridge.

La presenza di Rhys-Davies nel film si è limitata a una breve apparizione, negandogli l’ultima grande avventura tanto desiderata.

La critica di Rhys-Davies

Già prima dell’uscita di Indiana Jones e Dial of Destiny, Rhys-Davies aveva ammesso al giornale britannico The Mirror di sentirsi poco utilizzato nel film.

Darby e Joan Stagione 2: Sta accadendo? Tutto quello che sappiamo

È una critica che molti spettatori hanno condiviso dopo aver visto il prodotto finito.

Tuttavia, sebbene la conclusione di Sallah sullo schermo possa essere stata una delusione per i fan, almeno la speculazione di Rhys-Davies sul suo destino gli offre un epilogo più adatto, e alla fine eroico.

Fonte: Collider

John Rhys-Davies, protagonista di Indiana Jones, offre una riflessione ponderata sul possibile destino del suo personaggio dopo gli eventi di Dial of Destiny.

La riflessione di Rhys-Davies su Sallah

Durante una recente intervista a MegaCon 2024 ospitata da Collider, Rhys-Davies ha spiegato dove crede che Sallah sia finito dopo la sua ultima apparizione cinematografica.Confrontando il suo personaggio con il vero archeologo siriano Khaled al-Asaad, che ha dato la sua vita per proteggere i reperti antichi della città di Palmira, Rhys-Davies crede che Sallah possa essere diventato un uomo simile.

Mayte Rodríguez ha superato Diego Boneta: uscirà con un cileno più grande di lei

Le aspettative degli appassionati

Nonostante sia apparso solo in due dei quattro film di Indiana Jones prima di Dial of Destiny, le aspettative erano alte quando è stato annunciato che Rhys-Davies avrebbe ripreso il suo ruolo per l’ultima avventura della serie.

Molti fan speravano che Dial of Destiny avrebbe fornito sia a Ford che a Rhys-Davies un addio degno dei loro personaggi, considerati fondamentali nei due migliori film di Indiana Jones.

La delusione dei fan

Tuttavia, sebbene molti considerino Dial of Destiny un miglioramento rispetto a Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo del 2008, altri si lamentano della decisione di mettere in secondo piano Sallah a favore dell’attenzione narrativa su Helena Shaw, interpretata da Phoebe Waller-Bridge.

Con una bellezza inalterabile Salma Hayek festeggia i suoi 55 anni: ecco come appare oggi l'attrice messicana

La presenza di Rhys-Davies nel film si è limitata a una breve apparizione, negandogli l’ultima grande avventura tanto desiderata.

La critica di Rhys-Davies

Già prima dell’uscita di Indiana Jones e Dial of Destiny, Rhys-Davies aveva ammesso al giornale britannico The Mirror di sentirsi poco utilizzato nel film.

È una critica che molti spettatori hanno condiviso dopo aver visto il prodotto finito.

Tuttavia, sebbene la conclusione di Sallah sullo schermo possa essere stata una delusione per i fan, almeno la speculazione di Rhys-Davies sul suo destino gli offre un epilogo più adatto, e alla fine eroico.

Fonte: Collider