Danna Paola rivela che un gruppo di uomini l’ha drogata e ha cercato di abusarne in Spagna

La cantante e attrice Danna Paola, ha rivelato che durante le riprese della serie Elite a Madrid, in Spagna, è stata drogata da un gruppo di uomini che hanno cercato di abusarne. 

Questa dichiarazione è stata pronunciata dall’artista di origine messicana in un programma trasmesso su YouTube, per sensibilizzare sui pericoli di fidarsi degli estranei.

I fatti

Danna Paola ha raccontato che tutto è avvenuto nel contesto della visita di un amico messicano al suo alloggio a Madrid. Il cantante stava uscendo a poco a poco da una forte depressione, ha confessato. 

Victoria Ruffo mostra i suoi capelli grigi: "Sei divina" le dicono i follower

Con il suo amico, decisero di andare a mangiare in un ristorante di Madrid, dove incontrarono tre uomini latini che approfittarono della gita in bagno di Danna per versare una droga nel bicchiere da cui stava bevendo. 

“Improvvisamente (uno degli uomini) mi ha detto: ‘Questo era il tuo bicchiere, vero?’ per andare, questi ‘weyes’ hanno cominciato a voler superare la situazione”, ha detto. 

La figlia di Luis Miguel manda un messaggio al suo padre assente


Fortunatamente per Danna, la sua amica si è accorta della situazione di disagio che stava vivendo e l’ha portata nel suo appartamento, tuttavia, poche ore dopo è stata ricoverata in ospedale, dove ha ricevuto i primi soccorsi.

“Non conosciamo le intenzioni degli altri”

La cantante dei Bad Fame ha confessato che la sua recitazione è più frequente di quanto si pensi. “È qualcosa che tua madre ti dice sempre di non fare e che tu fai sempre: ‘non prendere nulla dagli estranei, non lasciare che nessuno ti prenda il bicchiere, non raccogliere estranei da nessuna parte'”, ha detto nello stesso filmato

Rettungshund wahre Geschichte


Per questo Danna Paola ha invitato i suoi followers ad essere più consapevoli di sé stessi per evitare queste situazioni che potrebbero mettere in pericolo la nostra integrità. “Per quanto siamo forti e indipendenti, non conosciamo le intenzioni degli altri”, ha concluso.