Così cantava Ricardo Montaner a Beatriz Pinzón su richiesta di Don Armando in “Betty la Fea”

Sicuramente la fortunata telenovela colombiana “Yo soy Betty, la Fea” ha diviso il mondo delle produzioni drammatiche in America Latina in un prima e un dopo; tanto che il suo set è servito da palcoscenico per cantanti internazionali.


Artisti musicali della statura del compianto Armando Manzanero, Olga Tañón e il colombiano Charlie Zaa facevano parte del cast con piccole apparizioni speciali, che hanno segnato capitoli memorabili nella nostalgia dei fan per il lavoro del compianto scrittore colombiano Fernando Gaitán.


Ma senza dubbio uno degli episodi più memorabili è stato quando il cantante venezuelano Ricardo Montaner ha registrato la scena in cui Don Armando Mendoza (Jorge Enrique Abello) ha dedicato una serenata speciale alla sua amata Beatriz Pinzón (Ana María Orozco).


Serenata in “Io sono Betty, La Fea”

L’interprete di “Amen” ha partecipato alla telenovela ed è stata la chiave del processo di riconciliazione tra Don Armando e Betty, quando entrambi si sono incontrati in un bar, dove l’economista trasformatosi condivideva con il suo bel corteggiatore, Michel.


Dopo aver raccontato al cantante la sua storia d’amore, il presidente di Ecomoda ha chiesto a Ricardo Montaner, ora 63enne, di dedicare una canzone alla sua amata e recuperarla così.

Anche il compositore musicale acconsentì e d’ora in poi tutto finì in una sorpresa Betty; un Don Armando sconvolto e un capitolo che ha colpito il pubblico televisivo di “Io sono Betty, la Fea“, per non dimenticarlo mai più.

La testimonianza di Ricardo Montaner

Il set era pronto e il cantante è stato acclamato da dozzine di persone riunite sul luogo di registrazione. In quel periodo ha interpretato “Bésame”, un successo musicale del 2001, anno in cui è stato trasmesso anche l’ultimo capitolo di “Yo soy Betty, la Fea”.


La stampa colombiana aveva i suoi occhi sulla visita di Ricardo Montaner e in quei giorni RCN ha pubblicato un rapporto sul famoso artista venezuelano, che ha incontrato Gaitán, e dal quale si diceva che aveva imparato le battute dalla telenovela molto bene. Millennio.

Lo stesso cantautore raccontò in quel periodo come la serie televisiva avesse avuto un impatto internazionale. Ha condiviso quello che ha vissuto lui stesso in un ristorante di lusso, mentre la produzione è stata trasmessa: “Ero paralizzato, dai camerieri alla gente, come se fossimo ai Mondiali”, ha condiviso.

Polemiche per la morte dell'attore messicano: il video mostra gli ultimi momenti di Octavio Ocaña