Chi era Gilberto Rodríguez Orejuela nella serie “Narcos”?

Gilberto Rodríguez Orejuela era un narcotrafficante colombiano noto negli anni ’80 e ’90 per aver guidato il potente cartello di Cali, l’organizzazione criminale che un tempo controllava l’80% delle spedizioni di cocaina negli Stati Uniti.

Nato a Mariquita, Tolima, il 30 gennaio 1939, è stato circondato da sospetti e accuse durante la sua attività di uomo d’affari di successo, finché non è stato catturato nel 1995, per poi essere rilasciato nel 2002, ricatturato pochi mesi dopo e quindi estradato negli Stati Uniti nel 2004, dove è infine morto dopo una lunga malattia. Negli ultimi anni aveva persino chiesto al sistema giudiziario statunitense una licenza per “morire in Colombia”.

La figlia più giovane di Sylvester Stallone che festeggia un nuovo successo accademico

Per il livello raggiunto da Gilberto Rodríguez Orejuela nella criminalità organizzata transnazionale, è diventato un punto di riferimento per la comprensione del traffico di droga.

I signori della droga tendono ad assumere una certa aria di leggenda nera, ed è per questo che nelle serie sul traffico di droga, i veri signori della droga ispirano i personaggi di fantasia.

"Sognante e irrequieta": questa era Halyna Hutchins, la donna che è stata uccisa accidentalmente dall'attore Alec Baldwin

È quello che è successo con Rodríguez Orejuela, conosciuto con il soprannome di “El Ajedrecista” per la sua intelligenza e la sua capacità di muovere i pezzi del traffico di droga.

I cavalieri di Cali su Netflix

La leggenda nera di Rodríguez Orejuela non è stata inutile. La sua fortuna era tale che possedeva diverse attività legali, come catene di farmacie, stazioni radio, industria automobilistica ed era proprietario di América de Cali.

Anche i ricchi piangono: Ecco come sono oggi gli attori della famosa telenovela

La serie Netflix “Narcos”, che racconta una sorta di storia dei cartelli della droga, si è ispirata alla figura di “El Ajedrecista” per un personaggio della terza stagione.

Dopo la caduta di Pablo Escobar, protagonista della prima stagione, è stata la volta del cartello di Cali, fondato dai fratelli Rodríguez Orejuela.

I protagonisti di "Marimar" si incontrano di nuovo 25 anni dopo: Thalía ed Eduardo Capetillo sorprendono i loro fan

L’attore messicano Damián Alcázar ha interpretato Gilberto Rodríguez Orejuela nella seconda stagione di “Narcos”.

La serie riflette la passione dei leader del cartello per il denaro e il potere, poiché più che trafficanti si consideravano uomini d’affari e “i signori di Cali”.

Anche se questa non è l’unica volta che Alcázar ha interpretato un narcotrafficante: in “El Infierno” era Beny, insieme al suo “Cochiloco”, interpretato da Joaquín Cosío.