Respinta la causa per l’affidamento abusivo di Britney Spears: suo padre rimarrà il suo tutore

Un tribunale di Los Angeles ha respinto la richiesta di  Britney Spears di porre fine alla custodia dei suoi affari personali e commerciali concessa a suo padre dal 2008, secondo quanto riportato dai media statunitensi.

Questa decisione arriva giorni dopo che il cantante 39enne ha presentato un appello contro quella custodia “abusiva”, in un’udienza virtuale in tribunale la scorsa settimana.

“Voglio solo indietro la mia vita. Sono passati 13 anni e basta, disse allora Britney Spears.

La richiesta

Le sue finanze e i suoi affari personali sono stati in gran parte gestiti da Jamie Spears dal suo esaurimento nervoso pubblico più di dieci anni fa, spingendo migliaia di fan a lanciare la campagna online #FreeBritney negli ultimi anni.

Con Kylian Mbappé in copertina: questa sarebbe la data di uscita di FIFA 22

La decisione del tribunale di Los Angeles mercoledì ha seguito una causa intentata dall’avvocato del cantante per porre fine alla tutela di James Spears.

La decisione di “sospendere James P. Spears” come tutore e concedere il controllo esclusivo del patrimonio del cantante a un ente finanziario, come richiesto dall’avvocato di Britney Spears, “è stata respinta”, ha stabilito il giudice Brenda Penny, secondo una sentenza che la catena CNN aveva accesso.

Iker Casillas e Sara Carbonero divorziano mentre lei combatte il cancro

Documenti giudiziari riservati pubblicati la scorsa settimana dal New York Times affermano che la Spears ha dichiarato a un investigatore del tribunale che la tutela era “diventata uno strumento oppressivo e di controllo contro di lei” dal 2016.

Secondo quanto riportato dal quotidiano, l’artista avrebbe detto all’investigatore che voleva che la tutela finisse al più presto e che era “stufa di essere sfruttata”.

La rivelazione che la custodia le ha impedito di rimuovere il suo IUD – nonostante la cantante volesse avere il controllo del suo farmaco contraccettivo – ha scatenato la rabbia online tra i suoi fan e i gruppi per i diritti riproduttivi.

La moglie di Arturo Vidal su Instagram: confessa di essere single e parla del suo rapporto con il calciatore

Documentario chiave

La controversia che circonda il caso legale di Britney Spears ha guadagnato nuovo slancio dopo l’uscita a febbraio del documentario “Framing Britney Spears”, che racconta il processo che ha portato al suo crollo emotivo e alla nomina di suo padre come tutore.

Dopo il suo divorzio da Kevin Federline nel 2006 e la perdita della custodia dei suoi figli l’anno successivo, i paparazzi l’hanno fotografata a piedi nudi in una stazione di servizio con la testa rasata.

La polemica tra un giornalista e Antonella Roccuzzo, moglie di Lionel Messi

Sotto la tutela di suo padre, Britney Spears è tornata rapidamente a recitare. Ha pubblicato tre album, è apparso in vari programmi televisivi e ha persino accettato una residenza a Las Vegas.

Ma nel gennaio 2019 ha improvvisamente annunciato che avrebbe sospeso le sue esibizioni fino a nuovo avviso. Britney Spears ha da tempo una relazione difficile con suo padre.