Polemica: la figlia di Maradona dubita che la maglia dell’asta sia la “mano di Dio”

la camicia di Diego Maradona quella che andrà all’asta il 20 aprile non è quella indossata dal calciatore quando ha segnato entrambi i gol contro l’Inghilterra in Coppa del Mondo Messico 1986 ma quello che indossava nella prima metà del gioco, disse una delle figlie.

“Non è quello. Non voglio dire chi ce l’ha perché è pazzesco. Quest’uomo non ce l’ha. Non l’ho confermato, l’ha detto lui (Maradona). Mi ha detto: ‘Come sto gli darò la maglia della mia vita?'”, ha affermato Dalma Maradona parlando alla stampa mercoledì sera.

Ex calciatore inglese Steve Hodge si è dichiarato proprietario della maglia per 35 anni dopo aver scambiato la sua con Diego Maradona al termine del leggendario match in cui l’Argentina ha vinto 2-1 con i gol di Maradona che hanno fatto la storia.

L'Argentina festeggia il trionfo in Copa América: anche i figli di Messi si sono uniti ai festeggiamenti

“Questo ex giocatore pensa di avere la maglia del secondo tempo di mio padre, ma è una confusione, ha la prima. Volevamo chiarirlo in modo che le persone che vogliono comprarla sappiano la verità”, ha detto Dalma Maradona al canale 13 televisivo.

La maglia azzurra con il numero 10 sul retro sarà messa all’asta da Sotheby’s. Si prevede di ottenere più di cinque milioni di dollari per questo.

Il messaggio di "China" Suárez che sarebbe stato il motivo della rottura tra Mauro e Wanda Icardi

La casacca è considerata una delle più emblematiche del calcio, poiché Maradona la utilizzò nel gioco in cui segnò il gol cosiddetto “mano di Dio” e quell’altro straordinario che lasciò in trasferta cinque rivali ed era considerato il ” obiettivo del secolo”.

Alla domanda sul destino della presunta maglia originale con cui ha segnato quei gol, la figlia di Maradona ha preferito mantenere la sua identità al sicuro.

“Mia madre non ce l’ha. Non dirò chi ce l’ha per non esporre quella persona. Possiamo solo confermare che non è quella che stanno mettendo all’asta”, ha assicurato.

Sotheby’s smentisce

Le dichiarazioni di Dalma Maradona sono state smentite dalla casa d’aste. “In effetti c’era un’altra maglia che Maradona indossava nel primo tempo, ma ci sono differenze molto evidenti rispetto a quella che indossava quando ha segnato i due gol”, ha detto un portavoce di Sotheby’s all’AFP.

"Essere così sempre con te": Sonia Isaza condivide un video romantico con Arturo Vidal

“Prima di mettere all’asta la maglia, abbiamo fatto un’indagine scientifica per essere sicuri che fosse effettivamente quella che indossava nel secondo tempo, quando ha segnato i gol”, ha aggiunto.

Sotheby’s sostiene le sue affermazioni nel lavoro svolto da una società specializzata, sulle fotografie di quella partita, e anche nella narrazione di quel Mondiale che viene raccolta in un libro scritto dal giornalista Daniel Arcucci insieme a Maradona e in cui l’ex capitano dell’albiceleste “ricorda di aver regalato la maglia a Hodge a fine partita”.

Daniella Durán nega la storia d'amore con Arturo Vidal: riconosce che "c'era un'illusione" da parte sua

Steve Hodge ha detto per 35 anni di aver scambiato una maglia con Maradona alla fine della partita e negli ultimi 18 anni è stata esposta al National Football Museum in Inghilterra. “Nessuno fino ad ora aveva detto che questa non fosse la maglietta corretta”, ha detto il portavoce di Sotheby’s.

Maradona è morto a Buenos Aires il 25 novembre 2020 all’età di 60 anni a causa di una crisi cardiorespiratoria.



Condivide con tuoi amici! 😊