La statua di Cristiano Ronaldo suscita polemiche in India

Quello che è successo?

Una statua del calciatore portoghese Cristiano Ronaldo ha suscitato scalpore nello stato di Goa, nell’India meridionale, i cui residenti accusano le autorità di insensibilità per aver onorato una stella dello sport dell’ex potenza coloniale.

Diversi manifestanti con bandiere nere si sono radunati sulla scena dopo che la statua è stata svelata questa settimana nella città di Calangute.

Daniella Durán nega la storia d'amore con Arturo Vidal: riconosce che "c'era un'illusione" da parte sua

I manifestanti hanno espresso la loro rabbia per il fatto che le autorità abbiano ignorato le star dello sport in India e abbiano invece scelto un giocatore portoghese, paese da cui Goa ha ottenuto l’indipendenza nel 1961.

Micky Fernandes, un ex giocatore internazionale originario di Goa, ha affermato che questa elezione è stata “dolorosa” e che è stata vissuta come una “sbornia” dal dominio portoghese.

Il Liverpool ricorda Mark González e gli manda un messaggio speciale di sostegno dopo il suo infarto

“Ronaldo è il miglior giocatore del mondo, ma dovremmo ancora avere la statua di un giocatore di Goa”, ha detto Fernandes all’AFP.

La maggior parte dell’attuale India ha ottenuto l’indipendenza nel 1947. Al contrario, Goa, dopo un conflitto armato con il potere coloniale portoghese, è diventata un territorio autonomo amministrato dal governo federale indiano nel 1961 ed è stata ammessa come stato intero dell’India nel 1987.

Pita Taekwondo: Il portabandiera olimpico "olioso" di Tonga è tornato