Martedì 13: perché si dice che sia il giorno della sfortuna?

Il mito del martedì 13

Il mito del martedì 13 è ampiamente accettato nella società come una data di sfortuna o eventi maligni.Sebbene possa sembrare una data casuale, le sue origini risalgono a secoli fa, con radici nella religione e nella mitologia classica.

Le origini nelle diverse culture e religioni

L’associazione negativa con il numero 13 si trova in diverse culture e religioni.

Nell’ebraismo, è collegato ai 13 spiriti maligni della Cabala.

Nel cristianesimo, ci sono tre spiegazioni per la connotazione negativa del numero 13.

La vedova di Hugh Hefner conferma che il magnate aveva migliaia di foto di donne nude per ricattarle

Una di esse punta all’Ultima Cena, dove c’erano 13 invitati.

Inoltre, si crede che Gesù sia stato crocifisso un giorno 13 e l’Anticristo è menzionato nel capitolo 13 del Libro dell’Apocalisse.

Le figure negative nella mitologia norrena e romana

Nella mitologia norrena, il numero 13 è associato al dio Loki, considerato traditore, poco affidabile e caotico.

D’altra parte, il martedì prende il nome dalla divinità romana Marte, associata alla guerra e alla violenza.

I romani credevano nell’influenza dei loro dei nella vita quotidiana e evitavano di cercare buoni auspici da un dio che rappresentava conflitti.

"El Mugre": uno dei sicari più temibili di Pablo Escobar è ora un pastore in Spagna

In sintesi, la credenza nel mito del martedì 13 come data di sfortuna si basa sulla fusione della tradizione romana e cristiana, portando con sé significati negativi radicati nella religione e nella mitologia.

.

Il mito del martedì 13

Il mito del martedì 13 è ampiamente accettato nella società come una data di sfortuna o eventi maligni.Sebbene possa sembrare una data casuale, le sue origini risalgono a secoli fa, con radici nella religione e nella mitologia classica.

La storia della figlia segreta di Gabriel García Márquez: le ha lasciato una casa e un'auto

Le origini nelle diverse culture e religioni

L’associazione negativa con il numero 13 si trova in diverse culture e religioni.

Nell’ebraismo, è collegato ai 13 spiriti maligni della Cabala.

Nel cristianesimo, ci sono tre spiegazioni per la connotazione negativa del numero 13.

Una di esse punta all’Ultima Cena, dove c’erano 13 invitati.

Inoltre, si crede che Gesù sia stato crocifisso un giorno 13 e l’Anticristo è menzionato nel capitolo 13 del Libro dell’Apocalisse.

Le figure negative nella mitologia norrena e romana

Nella mitologia norrena, il numero 13 è associato al dio Loki, considerato traditore, poco affidabile e caotico.

Guide allo shopping per animali domestici

D’altra parte, il martedì prende il nome dalla divinità romana Marte, associata alla guerra e alla violenza.

I romani credevano nell’influenza dei loro dei nella vita quotidiana e evitavano di cercare buoni auspici da un dio che rappresentava conflitti.

In sintesi, la credenza nel mito del martedì 13 come data di sfortuna si basa sulla fusione della tradizione romana e cristiana, portando con sé significati negativi radicati nella religione e nella mitologia.