Hacker ruba 1,7 milioni di dollari di NFTs da OpenSea

L’azienda, uno dei più grandi marketplace NFT del mondo, ha detto che il furto ha colpito 32 utenti

Un hacker ha effettuato un attacco di phishing per rubare centinaia di NFT dagli utenti di OpenSea, uno dei più grandi mercati di NFT del mondo, rubando 1,7 milioni di dollari di NFT sabato. I dipendenti della società hanno cercato di convincere gli utenti domenica che era completamente sicuro scambiare i loro NFT su OpenSea, anche se dicono che stanno ancora indagando sulla questione.

Carolina Herrera riappare coi capelli bianchi con la sorella di Enrique Iglesias: guarda come appare a 83 anni

Durante il fine settimana, il co-fondatore e CEO di OpenSea, Devin Finzer, ha detto che l’hacker ha ingannato 32 vittime a firmare un payload malevolo che autorizzava il trasferimento dei loro NFT all’attaccante gratuitamente. Mentre Finzer ha detto che l’azienda era sicura che si trattasse di un attacco di phishing, ha spiegato che non sapevano da dove provenisse. Al momento, l’attacco sembra provenire dall’esterno di OpenSea, ha detto la società.

L’attacco è avvenuto durante la migrazione di OpenSea al suo nuovo sistema di firma intelligente Wyvern, un processo che è iniziato questo venerdì e sarà completato entro il 25 febbraio.

L'influencer Yeferson Cossio fu onorato nel Congresso della Repubblica per il suo lavoro sociale

In un post su Twitter, il CEO ha escluso il sito web di OpenSea come punto di origine dell’attacco, anche se nessuna delle vittime ha riferito di aver cliccato su alcun link sospetto.

“Stiamo lavorando attivamente con gli utenti i cui oggetti sono stati rubati per trovare un sito web comune che può essere stato responsabile dell’attacco”, ha detto Finzer domenica. “Vi terremo informati man mano che impareremo di più sull’esatta natura di questo attacco di phishing”.

Il dettaglio segreto nell'abbigliamento di Pablo Escobar che è stato rivelato da sua moglie

Il capo della tecnologia della società, Nadav Hollander, ha anche fornito un riassunto tecnico dell’attacco di domenica. Hollander ha escluso la possibilità che l’attacco fosse legato alla migrazione al nuovo sistema di contratti Wyvern e ha detto che gli ordini malevoli erano stati firmati dalle vittime prima che OpenSea effettuasse la migrazione.

La Vergine Maria impressa sul velo: questo era lo spettacolare abito da sposa di Kourtney Kardashian al suo terzo matrimonio

L’incidente, che si è verificato nel corso di poche ore il sabato, suggerisce che si tratta di un attacco mirato.

“Trentadue utenti hanno subito il furto dei loro NFT in un periodo di tempo relativamente breve. Questo è estremamente spiacevole, ma suggerisce che questo è un attacco mirato piuttosto che un problema sistematico”, ha detto Hollander.

Anche se l’attacco sembra essersi verificato al di fuori di OpenSea, ha aggiunto Hollander, la società stava “assistendo attivamente gli utenti colpiti”.