‘Breaking Bad’ in Argentina: l’insegnante di chimica faceva parte di una banda di narcotrafficanti

La polizia federale argentina (PFA) ha smantellato una banda che trafficava cocaina in secchi di vernice. Il farmaco è stato prodotto da un ingegnere chimico e professore universitario.

Tredici persone sono state arrestate con l’accusa di far parte di un’organizzazione che inviava la droga in Patagonia; ci sono state 21 retate.

L’organizzazione, guidata da due fratelli di Santa Fe, ha acquistato pasta base di cocaina e ha prodotto cloridrato di cocaina, che è stato poi distribuito a diversi fornitori a Santa Fe. Inoltre, uno di loro ha inviato, in pacchi, cocaina e marijuana camuffati in secchi di vernice in diverse località di Santa Fe.

Carolina Herrera riappare coi capelli bianchi con la sorella di Enrique Iglesias: guarda come appare a 83 anni

L’operazione, soprannominata “Blanco Pintor”, in riferimento al modo in cui la droga era camuffata, ha portato all’arresto di tredici persone dopo diversi raid a Santa Fe, Entre Rios e Santa Cruz.

Secondo l’indagine, l’organizzazione era formata da un insegnante di chimica, ex professore dell’Università Nazionale del Generale Sarmiento e dell’Università Nazionale del Litoral nella provincia di Santa Fe; la banda ottenne precursori chimici per la produzione di pasta base di cocaina e l’allungamento fino ad ottenere l’idrocloruro di cocaina, lavoro che fu realizzato grazie alle sue conoscenze professionali.

Scandalo sessuale schizza la sorella della principessa Kate Middleton: il suocero di Pippa Middleton accusato di aver abusato di una minorenne

Dopo che gli investigatori hanno determinato il ruolo di ogni membro dell’organizzazione criminale, hanno rilevato che una delle persone coinvolte avrebbe inviato un pacco con droga nascosta dentro 4 secchi di vernice. Il pacchetto è stato intercettato nel centro di distribuzione della società Via Cargo nella città di Pablo Nogués, nel quartiere di Buenos Aires di Malvinas Argentinas. Cocaina e marijuana sono state sequestrate lì.

Per mancanza di personale Lufthansa ed Eurowings cancellano centinaia di voli a luglio

Inoltre, durante i sequestri, sono stati sequestrati 6 chili di cocaina, pasta di cocaina, germogli di marijuana, sei auto private, due motociclette, due armi da fuoco, una grande quantità di denaro contante (sia in valuta locale che estera), 47 telefoni cellulari, notebook, pen drive, DVR, elementi utilizzati per lo stiramento, frazionamento e commercializzazione di diverse droghe e documentazione rilevante per il caso giudiziario.

L'FBI conferma che il fidanzato dell'influencer assassinato ha confessato il crimine in una nota scritta