Dimitri Hérard, capo della sicurezza del palazzo presidenziale di Haiti, arrestato

È stato catturato insieme ad altri tre uomini che facevano parte della scorta del presidente assassinato Jovenel Moïse, perpetrato nelle prime ore del 7 luglio. Ex-militari colombiani sono stati presumibilmente coinvolti nel crimine.

Dimitri Hérard, capo della sicurezza del presidente assassinato Jovenel Moise, è stato catturato a Port-au-Prince (Haiti) la sera di mercoledì 14 luglio 2021. Quest’uomo, che ha precedenti recenti di passaggio in Colombia, è stato catturato insieome ad altri tre agenti di sicurezza del presidente, assassinato nelle prime ore del 7 luglio 2021 e nel quale si sta indagando sulla partecipazione di un gruppo di ex militari colombiani che sono ora perseguiti dalla giustizia colombiana.

Il Clown "Kanqui" condannato a 12 anni di prigione | Video

Hérard è uno degli uomini su cui le autorità hanno messo gli occhi in quanto uno dei responsabili della sicurezza del capo del paese centroamericano e che ha le autorità colombiane sulle tracce di ex membri dell’esercito che sarebbero stati coinvolti nel piano per uccidere il presidente. Alcuni dei parenti degli ex militari dicono di essere stati ingannati e di non aver partecipato all’assassinio. L’arresto di Hérard arriva dopo che ieri si è rifiutato di comparire davanti alle autorità e dare la sua versione degli eventi che circondano il crimine.

Il presidente brasiliano rifiuta le restrizioni ai movimenti e chiede di tornare al lavoro

In una lettera inviata alla Procura, alla quale ha avuto accesso l’agenzia di stampa EFE, Hérard ha giustificato la sua assenza con il pretesto che l’Ispettorato Generale di Polizia ha emesso una misura precauzionale che gli impedisce di presentarsi alla convocazione. Durante il 2021, Hérard ha fatto sette visite in Colombia. Il primo è stato il 19 gennaio, quando è arrivato all’aeroporto El Dorado di Bogotà dalla Repubblica Dominicana. È rimasto nel paese per un giorno e il 20 gennaio si è recato a Quito, in Ecuador, dove è rimasto per diversi giorni. Una fonte di Migration Colombia dice che Hérard non è entrato in Colombia ma ha fatto una sosta nel territorio nazionale.

Il presidente di Haiti assassinato in un attacco armato alla sua residenza

Il 1° febbraio 2021 è stato registrato il terzo record di migrazione per il Sud America: da Quito ha viaggiato verso Bogotà ed è arrivato all’aeroporto della Repubblica Dominicana. Successivamente, nel maggio di quest’anno, Migration Colombia ha quattro movimenti attraverso la Colombia. Il 22 maggio si è imbarcato su un volo Avianca dalla Repubblica Dominicana a Bogotà. Poi è rimasto nel territorio nazionale fino al 23 maggio, giorno in cui si è recato a Quito.

Epa Colombia: la condanna a 63 mesi di carcere per vandalismo

Questa mattina, il direttore della polizia, il generale Jorge Luis Vargas, ha dichiarato che Germán Rivera e Duberney Capador, due cittadini colombiani ex membri dell’esercito colombiano, erano coinvolti nella pianificazione e organizzazione dell’assassinio del presidente haitiano Jovenel Moïse il 7 luglio. L’alto funzionario ha detto che l’attacco era inizialmente una presunta operazione per arrestare il presidente. I due uomini avrebbero contattato altri colombiani (21 cittadini colombiani) per questo compito. 18 di loro sono stati catturati e 3 uccisi durante le operazioni.