È cambiata molto? Ecco com’era Karol G nel suo primo video musicale.

La cantante ha avuto un cambiamento spettacolare dopo più di 10 anni nel mondo della musica

Pochi sanno che Carolina Giraldo Navarro è il primo nome di Karol G, una delle artiste femminili più importanti del reggaetón di oggi. Quello che molti non sanno è che il suo successo non è stato un colpo di fortuna e che ha lottato per più di un decennio per conquistare uno spazio nella musica. Gli inizi di Karol G all’interno dell’industria musicale sono stati nel 2006, dove riconosciamo a malapena la  cantante, che sembra più magra e con i capelli lisci e scuri.

"Voglio festeggiare il tuo compleanno": il messaggio straziante di J Balvin alla madre grave da Covid-19

La prima volta che Karol G ha scommesso sulla musica è stata sul reality showw X Factor, consigliata da suo padre. Molti la conoscono come un’artista reggaeton, ma le sue influenze musicali sono donne che hanno portato la sua voce a un altro livello come Alicia Keys e Lauryn Hill. Infatti, nel 2010 ha pubblicato sul suo canale YouTube dell’epoca tre video che coprivano le canzoni Killing Me Softly, Try Sleeping With A Broken Heart e Can’t Take My Eyes Off Of You che mostrano la sua vasta gamma vocale.

Daddy Yankee rivela di aver guadagnato 23 chili nella pandemia "per l'ansia di essere rinchiuso"

Karol G ha studiato musica all’Università di Antioquia e marketing a New York per tre mesi. In quello stesso anno iniziò a lavorare come cantante di supporto per Reykon, che a quel tempo era il cantante di reggaeton più riconosciuto della Colombia, insieme a j Balvin. Dal lavoro dei due paesi è nota la canzone 301, che ha messo Karol G sulla mappa del reggaeton colombiano.

"Manca poco": la ragazza di J Balvin mostra come appare la sua pancia incinta di 9 mesi in bikini

L’evoluzione di Karol G è innegabile. Disciplina, perseveranza e sperimentazione di diversi stili musicali hanno fatto sì che molti la considerino una delle nuove principesse del reggaeton.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da KAROL G (@karolg)