Testo e video di Plan A, il ritorno di Paulo Londra tre anni dopo

L’argentino ha rilasciato un nuovo singolo dopo aver concluso una lunga battaglia legale con il produttore Big Ligas.

Paulo Londra è ricomparso dopo tre anni di silenzio musicale. Plan A è il titolo del suo nuovo singolo, uscito mercoledì 23 marzo. Il suo videoclip ha già superato i 16 milioni di visualizzazioni su YouTube e ha raggiunto la cima della lista dei trending della piattaforma.

L’argentino è tornato con un cambio di stile, lasciando da parte la trappola con cui ha raggiunto il successo. Questa volta ha optato per una canzone che mescola il pop con il rock e il punk.

Il testo della composizione parla di come si sente l’artista quando scopre poco a poco che la sua storia d’amore sta per finire. “E speravo di essere il primo, il tuo piano A, non il terzo, ma siamo lontani dal sentirci uguali”, afferma il suo coro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Paulo londra (@paulolondra)

Il video di Plan A è stato diretto a Buenos Aires da Facundo Ballve, che ha lavorato con Nicki Nicole, María Becerra, Trueno e Khea. La clip mostra a Londra come un giocatore di basket che viene ostracizzato dal suo allenatore e dai compagni di squadra durante una partita. Tuttavia, finisce per dargli l’opportunità di uscire a sparare. La maglietta che l’artista indossa recita Lions with flow, il nome della sua band.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Warner Music Argentina (@warnermusicarg)

La storia raccontata nel pezzo potrebbe essere considerata una metafora di ciò che il musicista ha passato negli ultimi anni. L’argentino non aveva pubblicato una canzone dal 2019, quando ha fatto causa alla casa di produzione Grandes Ligas per averlo ingannato nel firmare un contratto esclusivo.

La battaglia legale tra il cantante e la compagnia si è conclusa nel novembre 2021 con la firma di un accordo che gli permette di pubblicare nuove canzoni e mantenere i suoi diritti. Paulo Londra ha twittato sul suo ritorno nell’industria musicale: “Voglio ringraziare i miei genitori, la mia famiglia e tutti coloro che hanno continuato ad ascoltarmi nei momenti difficili, perché i bei tempi stanno arrivando.

Da "Miami Sound Machine" a solista di successo: ecco come appare Jon Secada a 59

Ecco il video e il testo ragazzi:

PLAN A

Quiero saber qué soy para ti

Porque siempre que no’ vemos se me olvida decir

Que ando muy confundido, tu’ besos son má’ fríos

Y empiezo a creer que soy uno má’ de tus amigos

Ando siempre en la nada, se hace de noche y no llama

"Lei sta bene, anche il bambino sta bene": Anuel AA assicura che sua figlia con Yailin non è ancora nata

Me dice “mejor mañana”, que ya tiene otro’ planes

Y yo esperaba ser el primero

Tu plan A, no el tercero

Pero estamo’ lejos

De sentir lo mismo, es siempre lo mismo

Y yo esperaba ser el primero

Tu plan A, no el tercero

Pero estamo’ lejos

De sentir lo mismo, es siempre lo mismo

Rivelano quale sarebbe la vera ragione della separazione di Karol G e Anuel AA

Esperaba por lo menos

Una indicación para ver cómo hacemos

Si debo de mantenerme cerca o má’ lejos

Porque ahora besa’ rápido y antes era lento

Ya no lo entiendo, ‘toy que me pierdo

En esas noches cuando fumo y bebo

Parece que soy un zombi, ando medio muerto

Pasa que intento entenderte

Y no te entiendo, ¿cuál es mi puesto?

Romeo Santos prima di essere famoso: svela una foto inedita di 25 anni fa

Si voy primero o voy tercero

No te entiendo, ¿cuál es mi puesto?

Si voy primero o voy tercero

Ando muy confundido, tu’ besos son má’ fríos

Y empiezo a creer que soy uno má’ de tus amigos

Ando siempre en la nada, se hace de noche y no llama

Me dice “mejor mañana”, que ya tiene otros plane’

Y yo esperaba ser el primero

Tu plan A, no el tercero

Pero estamo’ lejos

De sentir lo mismo, es siempre lo mismo

Esperaba ser el primero

Tu plan A, no el tercero

Pero estamo’ lejos

De sentir lo mismo, es siempre lo mismo

(Es siempre lo mismo)

(Es siempre lo mismo)

(Es siempre lo mismo)

(Es siempre lo mismo)

Quiero saber qué soy para ti

Porque siempre que no’ vemos se me olvida decir