Sebastian Yatra debutta su Netflix nella serie musicale “C’era una volta ma ora non più”

Sebastián Yatra debutta come attore nella miniserie musicale “C’era una volta ma ora non più”, che debutta venerdì su Netflix.

Il cantautore colombiano fa il salto sullo schermo come gigolò spagnolo in questa produzione del regista messicano Manolo Caro “La casa de las flores”, con Nia Correia e Monica Maranillo. Rossy de Palma, Huichi Chiu, Mariana Treviño, Daniela Vega e Itziar Castro fanno parte del cast.

La serie segue una coppia separata da una tragedia che deve riunirsi in un’altra vita per rompere l’incantesimo che incombe sulla loro città, dove nessuno può innamorarsi. Presenta unicorni e draghi, oltre a numeri musicali. Yatra, infatti, esegue la title track, il cui video è uscito la settimana scorsa.

“È come un’anti-fiaba”, ha detto Yatra in una recente intervista a New York. “È una serie abbastanza folle, come Manolo il regista, e come me e tutto il cast…. Posso dirvi che riderete molto”.

Paloma Mami posa dal bagno e un elemento ruba l'attenzione dei suoi fan

Il cantautore di successi come “Tacones rojos” e “Robarte un beso”, che interpreta la canzone del candidato all’Oscar “Encanto” di Lin-Manuel Miranda “Dos oruguitas”, ha detto che si è sentito “molto felice” nella sua prima esperienza di recitazione, per la quale ha passato otto mesi a prepararsi per Zoom con un insegnante con cui lavorava tre ore al giorno.

L’intera faccenda dell’accento è stata difficile, perché anche se è una commedia “non poteva sembrare uno scherzo”, e ha anche detto che è passato attraverso una “trasformazione fisica” per tonificare il suo corpo, dato che la serie include scene piccanti in cui appare praticamente nudo.

Con un bacio e una dedica: Marc Anthony scatena le voci di una nuova storia d'amore con Miss Paraguay Nadia Ferreira

Tuttavia, “la sfida più grande per me è stata quella di stare accanto ad attori e attrici con tutta l’esperienza del mondo e di esserne all’altezza”, ha detto Yatra. “Ma sono molte esperienze che ti nutrono molto e ti fanno crescere in modo impressionante”.

Di cosa parla “C’era una volta… ma non più”?

C’era una volta… ma non più  racconta la storia di due amanti tragicamente separati e che devono incontrarsi in un’altra vita per spezzare l’incantesimo caduto sull’eccentrica cittadina in cui abitano. Ora, nel presente, l’arrivo di due turisti metterà a repentaglio l’unica possibilità che hanno di spezzare l’incantesimo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sebastian Yatra (@sebastianyatra)

La prima di “C’era una volta ma ora non più” coincide con il suo tour mondiale a sostegno di “Dharma”, il suo ultimo album che include i successi “Tacones rojos”, “Chica ideal” con Guaynaa e “Pareja del año” con Myke Towers, oltre a “Quererte bonito” con Elena Rose e “Melancólicos anónimos”.

Natti Natasha cancella le foto del suo ragazzo da Instagram: ipotizzano che si siano separati e lei risponde su Twitter

Il tour è iniziato a febbraio in Messico e passerà attraverso la Spagna e il Sud America prima di arrivare negli Stati Uniti in agosto. Il musicista si esibirà anche al festival South by Southwest (SXSW) con Shawn Mendes il 19 marzo ad Austin, Texas.

“Non potrei essere più felice del Dharma Tour, che ha già preso il via con due show spettacolari a Città del Messico e Guadalajara. È davvero uno spettacolo a cui andare con tutta la famiglia, dove saranno spazzati via dalle immagini”, ha detto Yatra. “È uno spettacolo dove ho l’opportunità di essere molto più integrato con la mia band, suono il piano, la chitarra, dove ballo per la prima volta, che ci crediate o no, ballo e mi diverto molto.

"Nessuno toccherà Yailín": Anuel AA esce in difesa della sua nuova fidanzata dopo critiche e confronti con Karol G

Ha aggiunto che è molto eccitato di avvicinarsi al suo pubblico americano nel suo primo tour da solista nel paese, dopo aver aperto per Enrique Iglesias e Ricky Martin nel loro recente tour. Senza dare dettagli, ha detto che avrà ospiti “a sorpresa” in diverse città.

“È uno spettacolo in cui non venite a vedere me, venite a vedere voi stessi riflessi in tutte queste emozioni, a godere, a piangere, a ballare con il cuore”, ha concluso con entusiasmo.