Sai chi sono i Måneskin: il nuovo gruppo rock che è tendenza?

Vestiti di pelle e pieni di energia, la band italiana MÃ¥neskin ha deliziato il pubblico europeo. Il 22 maggio di quest’anno hanno vinto l’ultima versione dell‘Eurovision Festival.

“Vogliamo solo dire a tutta l’Europa, al mondo intero, che il rock and roll non muore mai”, ha detto Damiano David, il cantante della band italiana, ricevendo il trofeo. Questa è la terza vittoria dell’Italia in questo concorso che generalmente non è molto popolare tra gli artisti che rivendicano le influenze delle “rock band” all’inizio.

Dopo la sua vittoria nella storica competizione musicale Måneskin iniziò ad avere una fama esplosiva. Ancora oggi le loro canzoni sono virali su diverse piattaforme, come TikTok e Instagram.

La band ha vinto l’Eurovision con la canzone “Zitti E Buoni”, ma il loro brano inglese dal loro secondo album “I Wanna Be Your Slave” è salito alle stelle nonostante non sia un singolo.

Il brano ha finora raggiunto il numero 12 nella classifica britannica e ora sta cercando un posto nella Top 10 di questa settimana. Attualmente si trova addirittura al numero 8 nell’ultimo aggiornamento.

Ma come è nata questa band e come sono arrivati a partecipare al concorso musicale più lungo della storia, ve lo raccontiamo qui.

Alejandra Guzmán è accusata di aver causato danni a un hotel a Cancun dopo essere ricaduta nell'alcol

Come è nato Måneskin?

La band Måneskin è stata fondata nel 2016 a Roma da Victoria De Angelis (basso), Damiano David (voce) e Ethan Torchio (batteria). Tra Noir Désir, Nirvana e Placebo, la formazione rock trae le sue influenze anche dal pop, dal reggae e dal funk e professa di fare qualcosa di nuovo con il vecchio.

“La nostra band è una traduzione della musica del passato nella modernità. Ci sono così tante band, ma ne sono rimaste così poche. Come ispirazioni estetiche, abbiamo in mente i Rolling Stones, i Doors”. Damiano David ha dichiarato alla rivista Diva e Donna nel 2017.

Victoria e Thomas si conoscono da quando entrambi hanno frequentato lo stesso liceo. Anche se sapevano l’uno della passione per la musica dell’altro, non sono diventati vicini fino all’agosto 2015, mentre frequentavano il liceo scientifico JF Kennedy a Roma. Fu allora che decisero di formare la band. Sono stati poi raggiunti da Damiano ed Ethan. Quest’ultimo è stato reclutato attraverso un annuncio su Facebook.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)

I quattro membri hanno scelto di chiamarsi MÃ¥neskin per caso. Come ha rivelato Victoria, la band stava cercando un nome per partecipare a un concorso musicale locale per band emergenti. “Ma non sapevamo come chiamarci”. Quindi, l’idea: dato che Victoria è per metà danese, la ricerca si è concentrata su una parola danese.

"Non vedo l'ora di conoscerti": assicurano che Anuel AA sarà il padre di una ragazza con una ex-fidanzata

Quando il bassista pronunciò “MÃ¥neskin”, tutti si innamorarono del suo suono e della sua iconicità. Così, tanto che si sono imbarcati in un viaggio nel paese nordico qualche mese dopo. In danese, la parola significa “chiaro di luna”. Ha portato fortuna. La band ha vinto il primo premio del concorso. Fu l’inizio di una brillante carriera.

La loro crescita verso la fama

Måneskin ha affinato il suo mestiere nel cuore di Roma, la sua città natale. Ore di prove in studio erano accompagnate da esibizioni dal vivo per i passanti. Li si poteva sentire nelle strade del centro storico della città, tra cui la famosa Via del Corso e la zona Colli Portuensi.

Nel 2017, sono saliti alla fama partecipando allo show X Factor Italia. Durante l’undicesima stagione del talent show, sono stati allenati da Manuel Agnelli, frontman della band alternative rock Afterhours. Erano considerati i favoriti alla vittoria fin dalla loro prima audizione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)

Alla fine sono arrivati al secondo posto, dietro il tenore pop Lorenzo Licitra. Ma alcune delle loro performance sul palco sono diventate virali, come quando hanno coperto “Kiss This” dei The Struts mentre Damiano ballava su un palo con un paio di stivali con il tacco a spillo.

"Il bambino nascerà ballerino": Evaluna mostra la sua gravidanza avanzata ballando l'ultima canzone di Camilo

Il loro primo tour e la strada verso l’Eurovision

Nel febbraio 2019, i MÃ¥neskin hanno intrapreso il loro primo tour internazionale con undici date in vari paesi europei. Si sono fermati a Barcellona e Madrid in Spagna, Parigi in Francia, Zurigo, Berna e Lugano in Svizzera, Amburgo, Stoccarda e Monaco in Germania, Bruxelles in Belgio e Londra nel Regno Unito.

L’esperienza è stata raccontata in un documentario di mezz’ora sul canale YouTube della band. In un momento di ozio tra un appuntamento e l’altro, li si può vedere lavorare al ritmo di una nuova canzone. Damiano scherza con il chitarrista Thomas Raggi, dicendogli: “Dai Thom, vincerai Sanremo”. Due anni dopo, hanno vinto l’ambito leone d’oro di Sanremese.

In meno di quattro anni, i MÃ¥neskin hanno già superato la pietra miliare di un milione di copie tra album e singoli. Hanno collezionato diciassette dischi di platino e sei dischi d’oro in Italia. Hanno due album numero uno (Il Ballo della vita del 2018 e Teatro d’ira – Vol: 1 del 2021), un singolo numero uno (“Torna a casa”) e tre singoli numero due (“Chosen”, “Morirò da re” e “Zitti e buoni”).

Chi è la ragazza di Maluma? Con questa cartolina di Natale il cantante ha confermato di avere un nuovo amore

Il titolo che hanno presentato all’Eurovision Song Contest, “Zitti E Buoni”, ha permesso loro di vincere il gran premio alla 71esima edizione del San Remo Song Contest nel 2021. Con questa vittoria sono riusciti a diventare i rappresentanti dell’Italia nella competizione.

Durante e prima del festival la band era tra le favorite, anche nelle case di scommesse erano nella top 5. Anche se i favoriti erano Francia, Malta e Svizzera, Måneskin è riuscito ad affascinare il pubblico. La band ha finito per ottenere il maggior numero di voti dal pubblico.

Dopo la loro vittoria la band ha iniziato ad essere apprezzata in tutto il mondo. Il loro stile glam misto a influenze anni 70, il loro grande suono dal vivo e la loro giovinezza hanno fatto sì che le nuove generazioni si sentissero identificate con i loro membri. Sembra che questo sia solo l’inizio per i MÃ¥neskin, perché hanno ancora molta strada da fare.