Il commovente messaggio di Carlos Vives dopo la morte di suo padre: “La mia anima è spezzata”

All’età di 91 anni, il padre del cantante colombiano Carlos Vives, Luis Aurelio Vives Echeverría, è morto, circondato dai suoi cari nella città di Santa Marta. Ora, il cantante è andato sui suoi social network per dire un ultimo addio a suo padre.


Secondo il quotidiano El País de Cali, Luis Aurelio Vives aveva problemi di salute causati dalla sua età avanzata e riceveva cure mediche a casa, dove morì la mattina del 5 aprile 2021.

Conosce la nuova città e il nuovo quartiere in NBA 2k22

“Non parlava più ed era piuttosto abbattuto. Faremo gli studi corrispondenti per stabilire le cause esatte della sua morte “, ha spiegato Juan Enrique Vives, un altro dei suoi figli, che ha anche ammesso che c’è la possibilità che la morte di suo padre possa essere correlata al Covid-19.


Per la maggior parte della sua vita, Luis Aurelio Vives ha vissuto a Santa Marta, in Colombia, dove ha lavorato come otorinolaringoiatra ed è stato ampiamente riconosciuto in città per i suoi contributi, secondo la rivista People.

Natti Natasha: rivelano chi è il fidanzato della cantante

L’omaggio di Carlos Vives a suo padre

“Quando è nato era così bello che hanno chiesto in prestito a mia nonna Elena per i presepi viventi”, ha scritto il cantautore Carlos Vives a proposito di suo padre dal suo profilo Instagram, dove ha dedicato un commovente messaggio di addio accompagnato da diverse fotografie e ricordi.

L'ex candidata di Miss Venezuela che si è innamorata di Chayanne: a 51 anni, è così che appare sua moglie


“Tanto che fino all’ultimo giorno, i suoi amici più cari hanno continuato a chiamarlo ‘Nene Chu’. E oggi, lunedì di Pasqua, mio ​​padre mi ha lasciato. E mi sento di nuovo impotente come la prima volta ”, ha detto il musicista 59enne.


Lo vedo uscire di casa per non tornare mai più e la mia anima si spezza e mi rendo conto che tutto quello che sono stato è stato per lui: attore, cantante vallenatos, atleta, tifoso dell’Unione, filantropo… Forse perché sentisse che avevamo mai separati “, ha aggiunto Vives, riferendosi alla distanza che c’era una volta tra lui e suo padre.

Camilo e Karol G denunciano la "brutalità della polizia" durante le proteste in Colombia e chiedono giustizia

E ha concluso sconsolato: “So che vivrà eternamente in noi, i suoi figli, nella nostra famiglia, nei nostri amici, nella nostra città. E che lo ricorderemo sempre con quel sorriso di bambino che lo ha accompagnato per tutta la vita ”.