Demi Lovato dice di aver perso la verginità in uno stupro adolescenziale

Los Angeles (USA – Demi Lovato ha rivelato in un nuovo documentario sulla sua vita di aver perso la verginità a causa di uno stupro da adolescente e ha lavorato come star bambina su Disney Channel.

È la testimonianza più scioccante di un film che, attraverso quattro parti, ripercorre la rocciosa fama della cantante con dichiarazioni sui suoi episodi più tragici come l’ammissione subita nel 2018 dopo un’overdose per la quale ha quasi perso la vita.

“Ho perso la verginità in uno stupro”, ha detto l’attrice nel documentario rilasciato questo martedì al festival South by Southwest (SXSW).

“Ci stavamo baciando e ho detto ‘Ehi, questo non va oltre, sono vergine e non voglio farlo in questo modo.’ Ma non gli importava, lo fece comunque. L’ho interiorizzato e mi sono detto che era colpa mia, perché sono andata nella stanza con lui “, ha ricordato.

Secondo l’artista, la pressione per essere una giovane esemplare della Disney le ha impedito di parlare della questione. A quel tempo, Lovato, Selena Gomez, Miley Cyrus e Jonas Brothers erano le star della fabbrica di intrattenimento, che, tra gli altri dettagli, indossavano anelli di castità in occasione di eventi pubblici.

“Le donne tendono ad essere più oppresse degli uomini, soprattutto a 15 anni”, ha detto.

Senza identificare il suo aggressore, Lovato ha indicato che doveva vedere quel ragazzo “tutti i giorni” al lavoro e che ha sviluppato un disturbo alimentare mentre stava affrontando il trauma.

Inoltre, la cantante ha anche recensito un altro episodio in cui è stata aggredita sessualmente dalla persona che le ha somministrato la droga lo stesso giorno in cui ha avuto un’overdose. “Non solo ho fatto un’overdose, ma hanno anche approfittato di me”, ha detto Lovato, che sospetta che le siano state somministrate varie sostanze miste a sua insaputa.

Dopo quell’overdose, per la quale ha quasi perso la vita, Lovato ha subito un infarto e tre ictus.


“I medici hanno detto che aveva solo 5 o 10 minuti in più da vivere (…)”, ha spiegato.
Mi è rimasto un danno cerebrale e sto ancora affrontando gli effetti. Non posso guidare veicoli perché ho degli angoli ciechi nel mio campo visivo. Per molto tempo non ho saputo leggere.

Lovato ha detto che quegli effetti collaterali le ricordano cosa sarebbe potuto accadere e cosa sarebbe successo se fosse tornata “di nuovo in quella zona oscura”.

“Tutto doveva accadere in modo che potessi imparare le lezioni che ho imparato”, ha aggiunto. Sono molto orgoglioso della persona che sono ora.

Il documentario, che fa parte del catalogo di YouTube, è accompagnato da un’annotazione di avvertimento sui contenuti sensibili che potrebbero essere scomodi per alcuni spettatori.

Lovato pubblicherà l’album “Dancing With The Devil. L’arte di ricominciare “, il primo dopo la sua interruzione nel 2018.

— publicidad —

Shakira non riesce ancora a vendere la villa di lusso che aveva con il suo ex Antonio de la Rúa