Conosci l’età, quanto è alta e quanti figli ha Natti Natasha

Natalia Alexandra Gutiérrez Batista, meglio conosciuta come Natti Natasha, è una delle esponenti del genere urbano e bachata femminile con 16 anni accumulati nella sua carriera musicale.

Nata a Santiago de los Caballeros, Repubblica Dominicana, il 10 dicembre 1986, ha iniziato a inseguire il suo sogno di diventare cantante all’età di 8 anni quando è stata ammessa alla Escuela de Bellas Artes de Santiago per  prendere lezioni di canto, perfezionandola capacità vocali e la sua forza interpretativa.


All’età di 18 anni, Natti inizia a scrivere e registrare le proprie canzoni da cantare nella sua città natale. Inoltre, faceva parte di due band,  D’Style  e Ingco Crew, tuttavia entrambe si sono disintegrate nel tempo, quindi la futura artista ha deciso di interrompere la sua pubblicazione nella musica. 

"La sconvolgente verità dietro il caso Canserbero: Natalia Améstica, l'assassina confessa, si proclama innocente"

Gli inizi di Natti Natasha

Il suo esordio nell’industria musicale è stato in compagnia dell’etichetta discografica  Orfanato Music Group, con la quale hanno registrato ” Hold Ya” (Remix) con Gyptian e  Don Omar  nel 2010, istanza in cui ha approfittato di far parte del quarto album di quest’ultimo, tra cui spiccava “Dutti Love”, brano  che gli fece vincere tre Latin  Billboard Awards.

Il primo EP in inglese che Natti ha pubblicato è stato ” All About Me ” sempre con Orfanato Music fino al 2014 quando ha deciso di  rescindere il contratto con  Don Omar per iniziare a pubblicare musica con Pina Records per il terzo album in studio di Tony Dize.

Nel corso dell’anno 2016, Natti è diventata  la prima artista donna a firmare con l’  etichetta Pina Records , pubblicando il suo primo singolo “Otra cosa” in collaborazione con Daddy Yankee .  Nel 2017 ha pubblicato la sua canzone Criminal  with  Ozuna , un tema composto da entrambi i cantanti insieme a  Jhay Cortez , e che è riuscito a posizionarsi al numero 5 della classifica  Hot Latin Songs  e raggiungere i 2 miliardi di visualizzazioni su  YouTube .

Un anno dopo e grazie alle collaborazioni con Bad Bunny, Thalía e Becky G, Natti è diventata la donna più vista su YouTube. All’inizio del 2019 è uscito “Iluminatti” con  17 canzoni e collaborazioni con  Kany García  e  Anitta.


A metà del 2021 è stato pubblicato il secondo album in studio, questa volta con  l’  etichetta discografica Sony Music. Detto album ha presentato collaborazioni con Prince Royce, Maluma, Cazzu, Farina e La Duraca, tra gli altri artisti eccezionali del genere urbano. 


Quanti anni hai?

Natti Nattasha ha attualmente 35 anni.

Filtrano il video di Selena Gomez con Rauw Alejandro ai Premios Lo Nuestro

Quanti figli ha Natty?

L’artista ha una sola figlia, Vida Isabelle, nata il 22 maggio 2021 a  Miami, suo padre è Raphy Pina.


Chi è Raphy Pina?

Natti e Raphy si sono conosciuti nel 2013, quando lei stava lottando per guadagnarsi un posto nell’industria musicale  e lui si era già affermato come produttore di grandi artisti. Sebbene la storia d’amore della coppia risalga al 2018, è stato solo alla fine del 2021 che hanno confermato la loro storia d’amore e hanno annunciato il piano di sposarsi.

Marc Anthony annuncia che si isola da un possibile contagio da coronavirus

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Raphypina (@raphypina)


Oltre al compagno e padre di sua figlia, Raphy Pina è il produttore musicale di Natti Natasha dal 2016 attraverso l’ etichetta discografica Pina Records, con la quale è stato pubblicato il noto singolo “Criminal”. Il team, parte di Universal Music, ha lavorato con importanti artisti, tra cui Daddy Yankee, RKM & Ken-Y e altri.

"La triste verità dietro la morte di Canserbero: tortura e confessioni forzate"

Dalla fine dello scorso anno, Raphy ha dovuto affrontare problemi con il sistema giudiziario portoricano dopo essere stato accusato di possesso legale di armi da fuoco, oltre alle accuse imposte nel 2015 per frode ipotecaria e per possesso di una pistola automatica.

Il produttore potrebbe rischiare fino a 10 anni di carcere, ma per ora sarà rilasciato sulla parola fino al giorno della sentenza: 1 aprile 2022.