BTS condanna il razzismo subito dagli asiatici: “Abbiamo subito insulti senza motivo”

La band sudcoreana K-pop BTS ha fatto riferimento alla  discriminazione razziale che gli asiatici subiscono  in diverse parti del mondo e ha narrato alcuni episodi che hanno affrontato.

I musicisti hanno anche espresso le loro condoglianze a coloro che hanno perso i propri cari a causa di crimini d’odio, attraverso un messaggio che è stato condiviso sul Twitter della band con l’hashtag #StopAsianHate.

[VIDEO] Ricardo Montaner scoppia in lacrime mentre canta al figlio Ricky al suo matrimonio con Stefi Roitman

“Inviamo le nostre più sentite condoglianze a coloro che hanno perso i propri cari. Proviamo dolore e rabbia. Ricordiamo i tempi in cui abbiamo affrontato discriminazioni come asiatici, hanno detto dalla band composta da Jin, Suga, J-Hope, RM, Jimin, V e Jungkook.

Desde BTS revelaron que “hemos soportado improperios sin razón y se burlaron de nuestra apariencia. Incluso nos preguntaron por qué los asiáticos hablaban en inglés”.

Cosa sono i 'pop it' e come si usano?

Frente a esto, sinceraron que “no podemos expresar con palabras el dolor de convertirnos en objeto de odio y violencia por tal motivo. Nuestras propias experiencias son intrascendentes en comparación con los eventos que han ocurrido en las últimas semanas. Pero estas experiencias fueron suficientes para hacernos sentir impotentes y socavar nuestra autoestima“.

Bad Bunny lascia privato il suo account Instagram dopo aver ricevuto critiche per aver gettato in mare il cellulare di un fan


“Nos oponemos a la discriminación racial”

Dalla band hanno anche sottolineato che “ciò che sta accadendo in questo momento non può essere dissociato dalla nostra identità di asiatici”.

Hanno poi indicato che “ci è voluto molto tempo per discuterne attentamente e abbiamo riflettuto a fondo su come esprimere il nostro messaggio. Ma ciò che la nostra voce deve trasmettere è chiaro”.

Confrontano Maluma con la regina Elisabetta II per questo look: "Mi ricorda mia nonna"

Ci opponiamo alla discriminazione razziale. Condanniamo la violenza. Tu, io e tutti abbiamo il diritto di essere rispettati. Continueremo a stare insieme”, hanno concluso dal noto gruppo K-pop.