15 canzoni principali per ricordare il reggaeton di Don Omar

Il ‘bandolero’ del genere è una leggenda della musica latina.

Non c’è dubbio che Daddy Yankee è il re del reggaeton, ma uno dei padri del genere è il portoricano Don Omar, che dal suo boom nel 2003 con l’album The Last Don. Ricorderemo 15 canzoni del portoricano che hanno segnato i fan del genere.
Don Omar è entrato nella musica nel 1996, nel corso degli anni ha lavorato con molti nuovi produttori ed è diventato il corista del duo Héctor y Tito che stava già aprendo il mercato.
Vedendo il talento di Don, Hector El Father fu motivato a collaborare con lui nel suo sogno di essere un artista solista e divenne produttore esecutivo del suo album di debutto: The Last Don, che includeva collaborazioni con Daddy Yankee, Trebol Clan, Glory e Gallego, oltre al lavoro di Luny Tunes, Eliel, Cheka e Noriega nella produzione musicale.
Da quel momento in poi è tutta storia, Don Omar diventa famoso a livello internazionale, comincia a collezionare #1 nelle classifiche Billboard Latin, suona su tutte le stazioni reggaeton e tropicali del Sud America e comincia a offrire concerti in più città.

"L'hanno incapsulato": Camilo dice che Evaluna ha mangiato la placenta dopo aver dato alla luce sua figlia Indigo

Don Omar ha vinto due Latin Grammy Awards, 15 Latin Billboards e tre Lo Nuestro Awards. Il suo impatto è stato così grande che è stato inserito nel film Fast and Furious insieme a Vin Diesel, Paul Walker e Tego Calderón.

Queste sono 15 canzoni principali nella carriera di Don Omar.

  • Dile
  • Ella y yo con Aventura
Rebecca de Alba rivela nuovi dettagli sulla sua relazione con Ricky Martin: "Era molto protettivo"
  • Salió el sol
  • Hasta Abajo con Daddy Yankee
  • Danza Kuduro con Lucenzo

  • Bandoleros con Tego Calderón
  • Dale don Dale

  • Angelito
  • Pobre Diabla
  • Virtual Diva
  • Te quiero pa’ mi con Zion & Lennox
  • Taboo
  • Hooka con Plan B
  • Luna

 

 

 

Una causa milionaria perseguita Luis Miguel: l'ex dipendente lo accusa di licenziamento ingiustificato dopo 24 anni di servizio